TONI COSTA - scultore

Toni Costa

Sono nato a Verona nell'ottobre del '65.
Iniziai a metà anni novanta a dare forma alle mie fantasie utilizzando il legno. Spesso mi chiedo perché scolpire, perché tutto questo impegno, la polvere, l'arduo lavoro di portare a casa tronchi di vari quintali di peso con l'aiuto di amici... la risposta non la saprei dare con esattezza. Mi piace lasciare libera la mente, le visioni che si susseguono troppo rapide per essere fissate tutte; servirebbe ben più di una vita per dare forma a tutto quello che passa per la testa. Adoro, ma al tempo stesso temo quell'incertezza viscerale che accompagna le prime fasi del lavoro, quando inizio ad estrarre il soggetto dalla materia grezza, quando dall'intuizione si passa all'azione. Alcune opere sono nate come una sorta di riscatto, per ridare una nuova esistenza a questi esseri viventi abbattuti per qualche motivo più o meno condivisibile. Nell'assistere al taglio sento inesorabilmente una pena profonda che si trasforma in immagini che poi devono prendere forma. Altre volte sono tornato da viaggi in paesi lontani con delle forti emozioni che cercavano un modo per essere espresse... per altre la spinta è data dalla ricerca di forme armoniche. Non sono mai andato alla ricerca di un tipo particolare di legno per dare forma alle mie idee e tanto meno a tagliare una pianta viva. Utilizzo unicamente ciò che arriva casualmente tramite conoscenze.