TONI COSTA - scultore

Lavorazione

Durante il processo di creazione di una scultura c'è sempre un momento in cui mi sembra di aver smarrito la lucidità e mi sorgono forti dubbi sul risultato: è molto importante aver fiducia e saper rischiare anche interventi azzardati. Ma in questi momenti con la motosega in mano si possono anche fare dei veri disastri... Ben diverso è il lavoro eseguito con gli scalpelli, le “sgorbie”. La lentezza di lavorazione a cui si è costretti unita all'assenza del fastidioso frastuono degli attrezzi meccanici, lascia il tempo di osservare il cambiamento graduale che sta subendo l'opera. In effetti è questa la dimensione che prediligo; quando il ritmico martellare si associa, in una sorta di sinfonia nascosta, al respiro, al battito del cuore, all'utensile giusto con la giusta affilatura. E è un sottile piacere molto “nutriente” utilizzare alcuni scalpelli realizzati in casa, ricavati da vecchie lime per metalli, barrette di acciai speciali o da vecchie balestre automobilistiche e constatare che vanno bene come i migliori che si trovano in commercio...